Motivazione poetica

Motivazione poetica

17 Dicembre 2020 0 di Timoteo Lauditi

Quando poetiamo, alcune figlie le scriviamo di getto e le lasciamo con piccolissimi ritocchi sulla carta.

Per altre ci ‘perdiamo’ più tempo: Quando vogliamo esprimere dei concetti in versi, vogliamo creare un tema e presentarlo in modo non occlusivo per chi legge, comunque ermetico, perché ognuno possa leggere la propria anima. E ciò richiede tempo.

Domanda: perché i poeti usano questo tempo per delle semplici parole? che nemmeno tutti apprezzeranno?
Per vanagloria? bisogno di profilarsi? tendenza al protagonismo? ricerca di like?

Nulla di tutto questo spinge me a ‘sprecare tempo’ in quest’arte.
È piuttosto il desiderio di creare qualcosa di bello e di donarlo al mondo; di creare una stanza in cui chi legge possa ritrovarsi per un attimo solo con sé stesso, e dopo aver assaporato la solitudine, sentirsi parte di un mondo in cui tutti abbiamo fondamentalmente gli stessi bisogni.

Il desiderio del dono spinge alla poesia.

Cosa spinge te a scrivere poesie? Scrivi i tuoi pensieri nei commenti.


Timoteo Lauditi, oggi.

Please follow and like us: